Creatività in rete – Roberto Castello

| 12 maggio 2014

Creatività in rete

ALDES nasce a Lucca nel 1993. Nel 2008 ottiene dalla Regione Toscana un contributo per un esperimento di residenza pluriennale. È in questa occasione che nasce il nome SPAM!, la cui funzione è distinguere l’attività di produzione (ALDES) da quelle della residenza (SPAM!). Contemporaneamente la compagnia, prima capocomicale, inizia a trasformarsi in studio associato di coreografi. Dal 2013 SPAM! è una residenza triennale che agisce su più comuni della Piana di Lucca.

PREMESSE

È del 1994 un verbale ACAI (associazione nazionale di autori di danza indipendenti scioltasi prima del 2000) in cui si individuava nella residenzialità delle compagnie di danza la migliore strategia per contrastare l’emarginazione del settore dal sistema di distribuzione teatrale italiano. L’idea era che le compagnie di produzione iniziassero a dare vita ad una rete di spazi di programmazione per la danza avviando in parallelo un paziente lavoro di costruzione di un pubblico locale competente.
È del 2002 invece la nascita di ADAC Toscana (associazione regionale tutt’ora attiva) che fin dall’inizio mise le residenze pluriennali e l’abolizione dei comparti dello spettacolo in cima ai suoi obiettivi. Stessa cosa fece nel 2007 il Tavolo Nazionale della Danza Contemporanea (sede informale di incontro e confronto fra numerose associazioni regionali), che da subito pose le residenze e il superamento dei comparti dello spettacolo come suoi obiettivi prioritari.
Il progetto SPAM! discende da queste premesse.

OBIETTIVI

– Diffondere lo spettacolo contemporaneo in tutte le sue forme, con particolare attenzione alla danza, dando all’azione la massima continuità possibile
– Costruire un pubblico ampio, motivato, assiduo e competente
– Favorire un approccio allo spettacolo, non come prodotto di consumo, ma come occasione di arricchimento individuale
– Supportare gli artisti dando loro sostegno amministrativo, promozionale, logistico e produttivo
– Sostenere la domanda di spettacoli nazionali creando nuove occasioni di programmazione
– Qualificare i lavori più meritevoli affiancandoli a produzioni straniere di richiamo
– Creare condivisioni progettuali con realtà affini dell’Unione Europea
– Contribuire alla crescita tecnica e creativa dei professionisti offrendo ai migliori occasioni di perfezionamento al costo più basso possibile
– Conquistare allo spettacolo contemporaneo centralità nella vita sociale attraverso la costruzione di rapporti di fiducia e collaborazione con le realtà economiche e sociali
– Contribuire alla definizione di un modello operativo efficiente

AZIONI

La programmazione (assolutamente interdisciplinare) di SPAM! si articola attualmente in due rassegne di 2 mesi (una primaverile e una autunnale) con spettacoli a cadenza settimanale all’interno di tre spazi: la sede operativa (75 posti), Il teatro di Porcari (140 posti), il teatro di Ponte a Moriano (350 posti).
Nell’estate 2014 è prevista la nascita di ‘Ring festival’ un piccolo festival internazionale di danza e performance a cadenza biennale.
Da segnalare: la Festa del Presente, la cui terza edizione si terrà l’8 giugno prossimo a Porcari, e alcune altre iniziative ideate da SPAM!, ma agite direttamente dall’amministrazione comunale o da altri soggetti del territorio.
SPAM! offre tutto l’anno la possibilità di residenze creative di una o più settimane agli artisti italiani o stranieri di qualsiasi disciplina che lo richiedono mettendo a disposizione gratuitamente uno spazio di lavoro e alloggio in foresteria.
A conclusione dei periodi di residenza vengono realizzate serate a inviti.

PERCHÉ

Lo spettacolo, alla stregua della scuola o della sanità, sopravvive grazie al contributo di tutti. È quindi un servizio di cui devono essere garantiti qualità elevata e facilità di accesso. Una rete di spazi per lo spettacolo che agisca localmente e con continuità avvalendosi dell’esperienza degli artisti e della competenza degli organizzatori sembra uno degli strumenti più naturali per assolvere capillarmente alla funzione di accrescere, anche fuori dalle aree metropolitane, la quantità, la qualità e il pluralismo della domanda di spettacolo modellandola sulle effettive necessità e possibilità dei diversi territori.

Roberto Castello
ALDES

SPAM! rete per le arti contemporanee

Tags: , ,

Category: figurine

About the Author (Author Profile)

Comments are closed.